Struction. Antologia (a cura di F. Aprile, contributi di Marullo, De Tommasi, Caggiula, Giovenale, Burst, Rober, Nelson, Raymond-Stempowska, Chapman, Železnikar, Laval)

 

Il segno dissolve la sua realtà nel possibile di una lingua a venire rivelando la sua natura più vera, promotrice di differenzialità estetica come l’errore che nel glitch rompe la superficie, emergendo senza montaggio, come, ancora, i code poems o i one word poems fanno emergere lo statuto altrificato di un testo, ovvero la prossimità estranea di una lingua poetica in un codice, di una parola all’interno di un’altra, di una lingua straniera nella lingua, di una realtà che diamo per certa, ma si disperde nelle possibilità dell’esistenza, sparendo. Le superfici sconfinano l’una sull’altra in un tutto disassemblato. La comunicazione, rileva Nancy, diventa trasmissione, la trasmissione, contagio. 
(f. a.)

 

 

Andrè Rober

 

Cecelia Chapman

Egidio Marullo

Stephen Nelson

Marco Giovenale

Cristiano Caggiula

Aprile-Caggiula-Marullo

Aprile-Caggiula-Marullo

 

 

Francesco Aprile

Francesco Aprile – https://www.utsanga.it/aprile-latenza-other-informations-of-poetry/

 

Altre informazioni:

 

Aprile | Sul concetto di “Struction” in scrittura

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us: