Estratti da “bestiario metamorfosi” (gattomerlino, 2019)
by Paola Silvia Dolci

 

 

Kabuto, il cervo volante (ottobre/novembre)

 

i

A Mezzogiorno soffia un vento magico. Il bambino spia dal buco nella finestra di carta la processione del matrimonio delle volpi.

v

Il pranzo nel bunker romantico e i kanji, tu che spieghi e io distratta, i giardini dell’imperatore: le rosse foglie di acero, i bianchi fiori di rovo, il canto delle oche selvatiche.

Shinjuku, Golden Gai, La Jetée, la signora Tomoyo ci accoglie e caccia rapidamente i turisti che vorrebbero entrare, trascrivo le parole che riesco a capire, la immagino passeggiare, pregare e accarezzare i suoi gatti, quando qualcuno muore li porta nella casa perché respirino il ki del defunto, lo spirito vitale, i felini diventano capaci di capire le parole. Cado lungo le scale.

vi

La metropolitana chiusa la domenica mattina, il museo Nezu, offriamo riso e acqua, cioccolatini al Tokyo department store, la scultura della balena di fianco al quadro blu, lo sgabello del pianoforte è ancora imballato un morto.

 

vii

Nel 1889 la volpe si trasformò in una locomotiva sulla linea Tokyo-Yokohama.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us: