Audiologia (poesie)
by Giampaolo De Pietro

Tutte le volte che
sono qui, sono
collegate. Dalla memoria
di luogo, di situazione.
Filo corpo dei suoni.

Dietro, gli stessi
crateri, la
vegetazione. Gli
accenti accordati. La
stagione

Avevo già scritto. I
bambini saltano.
Erano scatti d’altre
volte

Come bambino,
racconto sciolto.
Foglia cammino

Parola poca,
bocca aperta

Non chiedi parere al
tempo, non sai di un
parere. Ma è ascolto,
promesso spazio a
spazio

dirotto

I ciao ciao ciao che
fanno tutti

Il puzzo

Dove portano le scale

Dov’è, sotto il mare

Che significa
astratto

credo un’altra mano

spero corridore,
corsaro

Non dispongo o
rispondi

farne parte voce

attesa, stanca il
tempo

inciampamento

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us: